Dalla “prima lettera del deputato ‘BIG SUT’”
Luca Sut eletto nel collegio elettorale di Pordenone, grazie al cortese apporto dell’attivista Fabrizio Uda “agli Efesini” (i portavoce in FVG)

(Faccio presente che io, pur essendo a quel momento ancora portavoce, non la ho ricevuta…cominciamo bene, “BIG SUT”…come sempre, eseguire gli ordini a comando e alzare la mano come sopra…)

Vi invito a un attenta analisi del testo:

FOTO CONVOCAZIONE 27.05.18 (1)

FOTO CONVOCAZIONE 27.05.18 (2)

FOTO CONVOCAZIONE RIUNIONE 27.05.18 (3)

 

 

 

 

 

 

 

Estratto 1: “Abbiamo pensato di organizzare un incontro per analizzare assieme il risultato elettorale e discutere quali devono essere le azioni da attuare assieme e in modo sinergico per migliorare la situazione del Movimento 5 Stelle nella nostra Regione”.

Estratto 2: “Ogni gruppo consiliare locale, se lo ritiene, può coinvolgere in questa riunione un attivista di fiducia (non di più perchè sarebbe dispersivo) a sua scelta indicandoci il nominativo in risposta a questa mail”.

Estratto 3: “Vogliamo altresì precisare che abbiamo pensato di proporvi questa modalità, non per sostituire una eventuale assemblea regionale con tutti gli attivisti della regione e ben vengano tutti i momenti di confronto che verranno proposti, ma perchè l’esperienza ci dice che le assemblee regionali fatte fino ad ora non hanno mai visto la partecipazione di tutti i gruppi locali per vari motivi. Molti attivisti in regione NON PARTECIPAVANO VOLUTAMENTE (A TORTO O A RAGIONE) A ASSEMBLEE REGIONALI o perchè le ritengono dispersive poichè spesse volte sono dei momenti di sfogo o perchè magari in quella specifica data non potevano essere presenti…”

FOTO DE CARLO SUT PATUANELLIFOTO ZULLO

 

 

 

 

 

 

Firmano i parlamentari eletti in Parlamento:

Sabrina De Carlo, Stefano Patuanelli, Luca Sut e l’europarlamentare Marco Zullo.

Il testo integrale nelle foto sopra.

Sorgono spontanei alcuni interrogativi:

1.”In modo sinergico” vuol dire che voi date le direttive e gli altri si adeguano? E per le prossime elezioni -anche europee- pensate di “cambiare verso” con questo atteggiamento?

2a.”Ogni gruppo consiliare locale” e chi non lo ha?
2b.”Attivista di fiducia” chi sarebbe? Chi, essendo già “allineato” non sarebbe critico più di tanto? O chi ha già violato le regole, peraltro mai sanzionato?

3a.”Ben vengano tutti i momenti di confronto che verranno proposti” alcuni di noi hanno proposto IN TEMPO UTILE degli incontri di analisi (documenti a disposizione) e gli stessi sono stati volutamente boicottati. In primis da Pordenone.
3b.”L’esperienza ci dice che le assemblee regionali fatte fino ad ora non hanno mai visto la partecipazione di tutti i gruppi locali per vari motivi”. Qui siamo alla farsa, il deputato Sut (e i “soci”) dovrebbero, più di altri, sapere che, quando ci sono riunioni regionali, qualcuno propone e UDA DISPONE. Quindi lamentarsene ora diventa incongruente, patetico e non degno di uno o più alti nostri rappresentanti nelle istituzioni, quale Lei, Sut, e gli altri, dovreste essere.
3c.”Molti attivisti in regione non partecipavano VOLUTAMENTE (A TORTO O A RAGIONE) A ASSEMBLEE REGIONALI” Allora dovremmo “dare il ciuccietto” a questi e dargliela vinta, invece di fargli prendere le proprie responsabilità? Poi sappiamo benissimo che il suo sponsor “Pordenone libera repubblica” è in prima fila in questo modus operandi…quindi nella sua posizione, come pure in quella dell’Europarlamentare Marco Zullo si potrebbe ravvisare il conflitto di interessi. Questa pratica è comunque, in modo minore, stata usata anche dal gruppo di Trieste (vedi riunione regionale di fine 2016).
3d. “O perchè le ritengono dispersive poichè spesse volte sono dei momenti di sfogo” dipende da noi moderarle nel modo corretto, queste sono scuse…
3e. “o perchè magari in quella specifica data non potevano essere presenti…” A questo scopo è da tre anni che da parecchi attivisti viene chiesta una riunione trimestrale calendarizzata, boicottata dalla consigliera Bianchi in primis, dagli altri consiglieri regionali, dall’addetta alla Segreteria ora deputata De Carlo (allora “dipendente della Bianchi” in quanto la stessa, in quanto Presidente del Gruppo, provvedeva alle assunzioni e ai licenziamenti) con l’ausilio dei fidi Vignando e Cimenti (documenti a disposizione).

Alla luce di queste numerose e circostanziate motivazioni, e istanze, sono a richiedere che la riunione calendarizzata del 27.05.18 sia aperta e con diritto di parola a chiunque vi voglia partecipare (4 minuti a testa per tutti, non a qualcuno 10 e a altri 3 tassativi!!!),
E che nella stessa sia consentita la ripresa e che sia fatta anche la diretta streaming.

Grazie per l’attenzione Claudia Gallanda

Inviata alle principali testate in data odierna.

 

, , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from noi.diudine.it

Lascia un commento